Il ciclismo a livello professionistico è uno sport particolarmente duro, che implica un notevole dispendio energetico e che richiede un alto livello di preparazione fisica, mentale ed atletica.

Vediamo dunque quali sono le principali caratteristiche che un ciclista deve avere per praticare questa attività sportiva a livello professionistico.

Per prima cosa è necessario preparare adeguatamente il proprio corpo allenandosi ogni giorno in bici per almeno 4-6 ore, alternando le sedute su due ruote ad esercizi di potenziamento in palestra (squat, gambe e affondi sono necessari per il potenziamento degli arti inferiori).

E’ necessario allenare molto il fisico sia con attività aerobiche che anaerobiche.

Un regime alimentare corretto è fondamentale per ottenere una condizione atletica opportuna ed è per questo che i professionisti sono seguiti sempre da un coach e da un preparatore atletico, cui può affiancarsi anche un mental coach o uno psicologo sportivo.

Sotto un profilo fisico, infatti, il ciclista deve possedere sia forza, potenza e resistenza che agilità, dinamicità e scatto, caratteristiche che possono essere allenate e aumentate con un corretto e costante training.

Accanto alla condizione fisica ed atletica, per diventare un vero professionista nel settore del ciclismo occorrono caratteristiche e doti mentali importanti come la capacità di sostenere lo stress di una gara che si protrae per 4-5 ore, la capacità di gestire lo stress e di mantenere una lucidità anche in caso di uno sforzo prolungato e, ovviamente, la resistenza psico-fisica .

Altro aspetto importante è la capacità di recupero, necessario soprattutto nelle gare a tappe. A ciò si aggiungono le caratteristiche peculiari di ciascuna specialità ciclistica. Il velocista, ad esempio, deve avere potenza ed esplosività, il passista deve essere costante e avere grande concentrazione. Lo scalatore deve essere in grado di sopportare la fatica soprattutto quando la strada acquista pendenze in salita davvero proibitive.

Una volta scelta la strada del ciclismo bisognerà dunque specializzarsi, seguendo le proprie doti naturali, la propensione atletica e, ovviamente, anche la propria passione poiché nei momenti di grande sforzo, di difficoltà e di crisi, la motivazione interiore è determinante per non mollare e per raggiungere traguardi importanti.